Gran dorsale: anatomia e funzioni

Gran dorsale:

Anatomia e funzioni

Il gran dorsale è il muscolo più esteso del corpo umano. Da un punto di vista anatomico presenta numerosi origini e può essere suddiviso in quattro parti distinte:
– parte vertebrale con origine a livello dei processi proni dalla settima alla dodicesima vertebra toracica
– parte iliaca con origine dalla fascia toracolombare e dalla cresta iliaca
– parte costale con origine dalla decima alla dodicesima costa
– parte scapolare con origine a livello dell’angolo inferiore della scapola

Il muscolo gran dorsale, a partire dalle sue numerose origini trova inserzione in un solo punto, a livello della creta del tubercolo minore dell’omero.

Muscolo gran dorsale: funzioni

Il gran dorsale possiede funzioni a livello dell’omero, a livello del tronco e a livello della scapola: questo muscolo è in grado di estendere, addurre e intraruotare la spalla. E’ in grado di estendere il tronco e di antivertere il bacino e, nei casi di origine a livello scapolare, è in grado anche di deprimere la scapola.

Esercizi gran dorsale

Il muscolo gran dorsale è molto famoso tra gli appassionati di fitness e bodybuilding da sempre alla ricerca del miglior esercizio per rinforzarlo. Il gran dorsale è efficacemente stimolato attraverso esercizi di “tirata” che coinvolgono l’articolazione della spalla, ossia esercizi nei quali portiamo un peso verso il nostro corpo; nella pratica si traduce nell’esecuzione di esercizi che possiamo richiedere in due grandi famiglie:

– esercizi di tirata con ampiezza di movimento completa, come lat machine, pull down e trazioni, nei quali eseguiamo movimenti di adduzione (lat machine o trazioni presa larga) e/o estensione della spalla (lat machine o trazioni presa stretta e pull down) con il braccio che parte sopra la testa (abduzione/flessione 180°);
– esercizi di tirata con ampiezza di movimento incompleta, come pulley e rematore, nei quali eseguiamo movimenti di estensione di spalla con il braccio che parte davanti al tronco (flessione 90° circa)

E’ importante precisare che durante gli esercizi per il gran dorsale abbiamo anche un importante reclutamento dei muscoli adduttori/depressori scapolari come muscolo trapezio medio e inferiore e romboidi.

Stretching gran dorsale

Il gran dorsale è un muscolo che sovente troviamo retratto in soggetti che si allenano in palestra e che eseguono esercizi senza portare il muscolo in completo allungamento. Tali retrazioni possono portare a rigidità articolare della spalla in flessione con possibili alterazioni/disfunzioni della biomeccanica dell’articolazione.

Talvolta è necessario eseguire lo stretching per questo muscolo a scopo preventivo e terapeutico sempre sotto la guida di un professionista. Riporto qui due possibilità per l’esecuzione dello stretching per il gran dorsale:

– in posizione carponi, estendetevi in avanti con entrambe le braccia come per andare a toccare la fine del tappetino. Mantenete i palmi delle mani uno rivolto verso l’altro e mettete una lieve tensione spingendo il tronco verso il basso. Non inarcate la schiena.
– in posizione carponi, estendetevi in avanti con entrambe le braccia poste su di un appoggio. Mantenete i palmi delle mani uno rivolto verso l’altro e mettete una lieve tensione spingendo il tronco verso il basso. Non inarcate la schiena.