Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male?

Leggi l'articolo fino alla fine per sapere la risposta

L’italiano medio mangia troppo zucchero e non parliamo solo di quello che si aggiunge al caffè; lo zucchero è presente in tantissimi alimenti, dalle bevande zuccherate, yogurt, passate di pomodoro, biscotti, cereali della colazione, ecc.

Nell’industria alimentare lo zucchero è presente un po’ ovunque, ma di per sé non è questo alimento a fare male ma un suo eccesso.

Guardate questa immagine:

Questi alimenti sono fatti principalmente da zuccheri: glucosio-fruttosio, quindi fanno male? 

Nel regno vegetale, cereali e legumi hanno principalmente amido (pacchetti di glucosio) ma i carboidrati della frutta e della verdura sono composti da glucosio e fruttosio. A questo punto potete dire che sono zuccheri diversi, ma è falso: non c’è nessuna differenza, semplicemente frutta e verdura ne contengono meno, perché assieme ai carboidrati (ricordiamo che sono zuccheri semplici) hanno acqua, fibre, vitamine, ecc. E’ un discorso di quantità; lo zucchero della frutta e verdura non fa male, perchè non riusciamo a mangiarne troppo.

Conclusioni

La riposta è semplice, assolutamente no. Potete mettere la bustina di zucchero nel caffè, potete usarlo per fare i dolci e per quello che preferite. Quello che semplicemente non potete fare è abusarne. Quello si che fa male, ma è sempre un suo eccesso a creare casini, non il fatto d’introdurre saccarosio o destrosio.

Il problema della nostra società è che assumiamo, spesso inconsciamente, troppo zucchero:

– perchè ci piace il gusto del dolce
– perchè il saccarosio si trova ovunque

L’industria alimentare nasconde lo zucchero in tantissimi alimenti, quelli sopra esposti sono solo alcuni. Andate a leggere le etichette, il glucosio prodotto dal mais è praticamente su tutti i prodotti alimentari industriali. Tuttavia questo non è che ci deve far cadere nell’errore di pensare che mangiando normalmente si ecceda in automatico con lo zucchero. È soltanto se mangiamo troppo che facilmente rischiamo di introdurre troppo glucosio.

Chi si preoccupa di un nutriente dovrebbe in primis preoccuparsi di mangiare il giusto, perchè il sovrappeso è dato da un eccesso calorico, non da alimenti o nutrienti particolari.

Chi ha visto questo film?

È molto bello, ma è falso. Perché se da una parte giustamente ci mostra quanto sia nascosto il saccarosio dall’altra ci fa credere che lo zucchero fa male a prescindere e che non è l’eccesso calorico a far ingrassare ma il consumo di zucchero (che è falso).

La regola di base del consumatore intelligente è quella di capire che non esiste UN SOLO NEMICO (elimino lo zucchero per aver così eliminato tutti i mali del mondo) ma è quella di capire che nell’alimentazione conta sia la qualità che la quantità. Quello che influenza la nostra salute e la composizione corporea, sono le calorie, i macro e micronutrienti che abbiamo assunto nel corso della giornata e della settimana.

Le raccomandazioni dell’OMS sullo zucchero sono quelle di non superare il 5-10% delle calorie da zuccheri semplici. In una dieta di 2000 kcal parliamo quindi di 25-50 g. Queste raccomandazioni sono volte ad indirizzare i consumatori verso alimenti salutari, naturali e meno lavorati. Cibi arricchiti con lo zucchero sono spesso ipercalorici e poveri di micronutrienti.

Per concludere ti lasciamo questo video di Bressanini sul mito dello zucchero grezzo (o zucchero integrale). È pura utopia pensare che lo zucchero bianca faccia male mentre quello di canna no.

Lo zucchero di canna è come quello raffinato, solo che costa di più.